close

Nella foto Alessia Orro

Mentre la serie A1 di volley femminile si appresta al rush finale per decidere chi tra Novara e Conegliano avrà diritto allo scudetto della Samsung Galaxy Volley Cup 2017/2018, sono già iniziati i primi movimenti di mercato per la costruzione delle formazioni per la prossima stagione. E l’ultima notizia in ordine di data riguarda proprio una delle formazioni che si contendono il titolo, Conegliano: secondo un sito turco,Voleybolplus, ci sarebbe infatti l’accordo per la partenza di Samantha Bricio verso il Fenerbahce Istanbul.

A Busto Arsizio è tempo di riconferme: con un post sul suo profilo Facebook, la giocatrice Alessia Orro ha confermato la propria permanenza nella squadra. Ma a staccare il cartellino per la prossima stagione è anche il tecnico Marco Mencarelli, che continuerà quindi ad allenare la squadra, dopo aver recentemente celebrato la sua centesima presenza sulla panchina delle farfalle. Riconferme anche in casa Savallese Brescia, che ha riconfermato il tecnico che l’ha condotta per mano fino alla promozione in A1, Enrico Mazzola.

Chi invece ha scelto di non confermare il proprio tecnico è la Saugella Monza, che per la prossima stagione dice addio a coach Luciano Pedullà. Per quanto riguarda Novara, infine, Celeste Plak ha annunciato con un post su Istagram la propria permanenza in squadra anche per la prossima stagione.

Non mancano poi anche le voci di corridoio, come quelle che vedrebbero Sara Loda ormai accasata nella nuova Bergamo. Stesso discorso vale per Imma Sirressi, che potrebbe essere pronta a lasciare la Pomì Casalmaggiore dopo anni di onorato servizio per aggregarsi alla compagine rossoblù. Ma da Bergamo ci sarebbero anche delle partenze, come quella di Miriam Sylla, pronta sembra a calcare il taraflex di Conegliano. Ma per ora dalle squadre non arrivano conferme ufficiali.

Tags : Alessia OrrobricioIgor Gorgonzola NovaraImoco Volley ConeglianoMarco MencarelliSamantha BricioSaugella Team MonzaUnet E-Work Busto Arsizio
Laura Bosio

The author Laura Bosio

Ho iniziato a scrivere e a fotografare quasi per caso, in momenti diversi della mia vita, forse per rispondere ad un'esigenza comunicativa ed espressiva che premeva per uscire. Il giornalismo l'ho incontrato quando cercavo un lavoretto part-time, ma ci è voluto poco perché diventasse la mia vita: non l'ho più abbandonato. L'incontro con il giornalismo sportivo è invece più recente, anch'esso sopraggiunto per caso: ho iniziato ad occuparmi di volley per il quotidiano in cui già lavoravo ed è stato amore a prima vista. Mi occupo di scrivere articoli e di fare interviste video, raccogliendo i momenti più topici della partita e quelli immediatamente successivi. E la fotografia? Una passione che nasce da lontano, anche se l'idea di farne una professione è stata piuttosto casuale. Anche in questo caso è stato amore: quello per l'arte fotografica, per l'espressione attraverso le immagini. Un amore che ha continuato a crescere di giorno in giorno, spingendomi ad approfondire le mie conoscenze. Anche in questo caso, la fotografia sportiva è una delle scoperte più recenti; mi piace immortalare quegli istanti unici che lo sport ci sa regalare: quando la palla tocca le mani di un giocatore prima di partire veloce come un razzo verso il campo avversario o quando il punto viene messo a segno e sul viso del giocatore si dipinge quell'espressione unica, di forza e di adrenalina, che sembra voler dire: 'Non molliamo mai'.

Leave a Response