close

Azimut Modena Volley dopo la vittoria su Sir Safety Conad Perugia (foto Lega Volley)

Siamo agli sgoccioli per la fase di ritorno della Regular Season del campionato di SuperLega. Domenica scorsa si è svolta la penultima giornata prima dell’inizio dei Play Off, turno che vedrà in campo le squadre che si sono posizionate nei primi otto posti della classifica. Sono quindi momenti importanti per guadagnare punti che determinano la salvezza e l’accesso alla nuova fase.

Primo match del turno vede in campo Piacenza contro Lube, la prima in cerca di punti per riconfermare la propria posizione. In un match che si conclude al quinto set, dopo un ritmo di gioco elevato e di alta pallavolo, sono gli ospiti che si aggiudicano la vittoria. Lube che stasera sarà impegnata per il turno di Champions proprio contro Perugia. (Wixo LPR Piacenza – Cucine Lube Civitanova 2-3)
La sopracitata Perugia è scesa nel campo di casa di Modena, per quello che è stato un altro match molto sentito e combattuto da entrambe le parti. Un’altra partita che si è conclusa al tie break, dopo che i giocatori di entrambe le squadre hanno messo in campo un grandissimo livello di pallavolo, uno spettacolo per chi ha potuto guardar la partita. Ma ne esce vittoriosa la squadra di casa, continuando la scia positiva di vittorie contro la capolista della Regula Season. (Azimut Modena – Sir Safety Conad Perugia 3-2)
Match più veloce, invece, quello che ha visto protagoniste la Tonno Callipo e Verona, squadra che ha intrapreso la lunga trasferta per questa giornata. Quattro set da cui escono vincitori proprio i ragazzi della Calzedonia, così da mantenere la distanza con Milano -che la segue in classifica- e tenersi stretto il proprio posto in vista dei Play Off. (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Calzedonia Verona 1-3)
Non faticano, invece, i ragazzi di Ravenna nel match in casa contro la squadra di Monza. Una partita giocata bene dalla squadra padrona, senza eccessiva difficoltà e con la testa rivolta ai tre punti necessari per restare in gara e non perdere l’ultimo gradino della classifica disponibile. (Bunge Ravenna – Gi Group Monza 3-0)
Padova scivola letteralmente sul campo di Latina. Un gran peccato per una squadra che ha giocato una fase di andata molto positiva. Molto bravi, invece, i ragazzi di Latina per aver messo in difficoltà la squadra avversaria e -dopo un primo set perso- aver ribaltato la situazione e non aver mollato fino alla conquista del quinto set. (Taiwan Excellence Latina – Kioene Padova 3-2)
Molto bene anche Trento che non si è lasciata distrarre troppo dai ragazzi di Sora. Dopo un inizio di campionato altalenante, la squadra di Lorenzetti ha ritrovato un buon equilibrio ed è riuscita a risalire in classifica per guadagnarsi un meritato quarto posto. La partita si conclude piuttosto velocemente, seppure gli ospiti hanno avuto un picco durante il secondo set. (Diatec Trentino – Biosi’ Indexa Sora 3-0)
Ultima partita della giornata ha visto in campo Castellana Grotte con la Revivre. I ragazzi di Milano continuano sulla loro scia positiva di vittorie, lottando apertamente e con grinta per mantenere un posto per i Play Off. Dopo aver recuperato Nimir Abdel Aziz la squadra è di nuovo al completo, questa volta guidata da Kevin Klinkenber, nominato MVP. (BCC Castellana Grotte – Revivre Milano 0-3)
Tags : Azimut Modena VolleyBCC Castellana GrotteBioSì Indexa SoraBunge RavennaCalzedonia VeronaCucine Lube CivitanovaDiatec TrentinoGi Group MonzaKioene PadovaLega Pallavolo Serie APallavoloRevivre Powervolley MilanoSir Safety Conad PerugiaSuperlega UnpolsaiTaiwan Excellence LatinaTonno Callipo Vibo ValentiaVolley A1 MaschileWixo LPR Piacenza
Laura Antonini

The author Laura Antonini

Varesotta di nascita e di cuore, milanese adottiva da diversi anni. A Varese ho iniziato a giocare a pallavolo nel campetto dell’oratorio per passare poi in varie squadre dove sono cresciuta, sognando in grande con qualche amica e compagna, ammirando “a distanza” i grandi giocatori -in particolare quella che fu la Sisley Treviso e la nazionale maschile dei primi anni 2000. La vita poi mi ha portato a Milano dove lavoro come educatrice e continuo a giocare. Ho sempre amato il clima “da spogliatoio”: la condivisione di traguardi sportivi e personali, le “paste” e le bevute, i commenti post partita o allenamento, i racconti, le confidenze, le fatiche e i dispiaceri. La mia professione mi permette di usare vari strumenti e tra questi non mancano la scrittura, la fotografia e lo sport. La scrittura è raccontare e raccontarci. La fotografia è cogliere l’attimo, ma ricordarsi di guardare coi propri occhi prima di scattare. Lo sport è impegno, dedizione, fatica, vittoria, ma anche sconfitta, conoscenza dei propri limiti, ma anche delle proprie potenzialità. Oltre alla pallavolo ho spesso seguito il basket -sport praticato da mio fratello- e la ginnastica artistica.

Leave a Response