close

Esultanza Vero Volley Monza (foto di M. Benda – Lega Pallavolo Serie A)

La nona giornata della fase di andata della Regular Season Superlega Credem Banca è stata ricca di sorprese e riconferme, ma vediamo nel dettaglio cosa è successo sui campi dei palazzetti di Italia.

La giornata è stata inaugurata con l’anticipo alla Kioene Arena, dove i padovani sono scesi in campo insieme ai trentini di Lorenzetti. Una buona partita, un ritmo sostenuto da entrambe le parti in cui, però, sono gli ospiti ad avere la meglio e a ottenere la vittoria. Trento impone il proprio gioco, guadagna la vittoria e si prepara alla trasferta in Polonia per il Mondiale per Club.
(Kioene Padova – Itas Trentino 1-3)

Al Pala Burton di Perugia arriva Monza. La capolista attuale della classifica incontra i ragazzi di Fabio Soli. E Monza, contro ogni aspettativa e pronostico, vince. Un risultato molto importante per i ragazzi del Vero Volley che stanno giocando una fase di andata veramente buona -anche loro con qualche scivolone- e riescono a ottenere la prima vittoria contro i Perugini. Gianluca Galassi, ex centrale di Milano, ha commentato la partita affermando che se Perugia perde è demerito della squadra, non merito degli avversari. Sicuramente Perugia ha avuto uno scivolone, ma bisogna riconoscere il valore di questo gruppo brianzolo che sta giocando ai massimi livelli dimostrandosi un avversario da non sottovalutare.
(Sir Safety Conad Perugia – VeroVolley Monza 2-3)

Continua la scia positiva della Lube che accoglie i senesi sul loro campo da gioco. Anche in questo caso sono i padroni di casa a imporre il proprio ritmo di gioco, Siena riesce a sottrarre un parziale ai marchigiani, i quali non perdono la concentrazione e raggiungono il traguardo finale del match.
(Cucine Lube Civitanova – Emma Villas Siena 3-1)

Al PalaYamamay, Milano ritrova la vittoria dopo gli ultimi match persi al tie break. Una Milano grintosa e desiderosa di vincere in una partita importante contro Verona. I gialloblu subiscono i primi due set, ma non cedono di fronte alla compagine milanese, infatti riescono a vincere il terzo set. Ma, nonostante una rimonta veronese, qualche problema tecnico e scelta arbitrale che ha scatenato un po’ di polemiche e un po’ di nervosismo, i ragazzi di Giani non hanno perso di vista l’obiettivo ultimo e hanno guadagnato la vittoria casalinga.
(Revivre Axopower Milano – Calzedonia Verona 3-1)

Ulteriore vittoria casalinga a Latina, dove il team ha giocato insieme alla compagine di Castellana Grotte. Un match senza  troppi problemi per la padrona di casa che ottiene altri tre punti per la classifica generale e aggiunge un’altra vittoria in questo campionato.
(Top Volley Latina – BCC Castellana Grotte 3-0)

Trasferta lunga per la compagine di Velasco che raggiunge Vibo Valentia. Ma nonostante la trasferta, dopo il big match della settimana precedente, la Azimut si riscatta con punteggio pieno contro i ragazzi di Fronckowiak che non riescono a mettere in difficoltà i modenesi.
(Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Azimut Leo Shoes Modena 0-3)

Ultima partita della giornata vede un’ulteriore vittoria in trasferta, questa volta in favore di Ravenna che ha raggiunto Sora. Ancora una volta la squadra di Graziosi vince un match importante che la tiene a un paio di passi dalle “big fuor” della classifica, seguita a braccio da Milano e Monza.
(Globo Banca Popolare del Frusinante Sora – Consar Ravenna 0-3)

Tags : Azimut Leo Shoes ModenaBCC Castellana GrotteCalzedonia VeronaConsar RavennaCucine Lube CivitanovaEmma Villas SienaGlobo Banca del Frusinate SoraItas TrentinoKioene PadovaLega Pallavolo Serie ANona giornataPallavoloRevivre Axopower MilanoSir Safety Conad PerugiaSuperlega Credem BancaTonno Callipo Vibo ValentiaTop Volley LatinaVero Volley MonzaVolley A1 Maschile
Laura Antonini

The author Laura Antonini

Varesotta di nascita e di cuore, milanese adottiva da diversi anni. A Varese ho iniziato a giocare a pallavolo nel campetto dell’oratorio per passare poi in varie squadre dove sono cresciuta, sognando in grande con qualche amica e compagna, ammirando “a distanza” i grandi giocatori -in particolare quella che fu la Sisley Treviso e la nazionale maschile dei primi anni 2000. La vita poi mi ha portato a Milano dove lavoro come educatrice e continuo a giocare. Ho sempre amato il clima “da spogliatoio”: la condivisione di traguardi sportivi e personali, le “paste” e le bevute, i commenti post partita o allenamento, i racconti, le confidenze, le fatiche e i dispiaceri. La mia professione mi permette di usare vari strumenti e tra questi non mancano la scrittura, la fotografia e lo sport. La scrittura è raccontare e raccontarci. La fotografia è cogliere l’attimo, ma ricordarsi di guardare coi propri occhi prima di scattare. Lo sport è impegno, dedizione, fatica, vittoria, ma anche sconfitta, conoscenza dei propri limiti, ma anche delle proprie potenzialità. Oltre alla pallavolo ho spesso seguito il basket -sport praticato da mio fratello- e la ginnastica artistica.

Leave a Response