close

Una fase di gioco del match Azimut Modena vs Revivre Milano (foto Muliere)

Ha avuto inizio la fase di Play Off per il campionato maschile di SuperLega, dove sono scese in campo le otto migliori squadre della Regular Season: Sir Safety Conad Perugia, Cucine Lube Civitanova, Azimut Modena, Diatec Trentino, Calzedonia Verona, Revivre Milano, Wixo LPR Piacenza e Bunge Ravenna.

Il primo match disputato ha visto scendere in campo la capolista della classifica con l’ottava, quindi stiamo parlando di Perugia e Ravenna. Durante le due ore di match Ravenna ha tirato fuori gli artigli per giocare al meglio una partita di tale importanza contro una squadra del calibro di Perugia. Gli ospiti riescono a ottenere la vittoria del primo set, mentre i successivi tre se li aggiudica la squadra padrona, non senza aver trovato difficoltà o dover raggiungere la vittoria ai vantaggi a fine set. In questo modo la squadra di Bernardi si guadagna il primo punto della fase, preparandosi al match di ritorno. (Sir Safety Conad Perugia – Bunge Ravenna 3-1)

Secondo match della fase vede protagoniste la Lube e Piacenza. Delle partite che sono state giocate è stata la più veloce e vinta in scioltezza dalla squadra marchigiana, scesa in campo con ben chiaro l’obiettivo finale fin dal principio. Piacenza ha ancora la possibilità di riscattarsi con il prossimo match che si giocherà nel weekend e tentare di arrivare a gara tre. (Cucine Lube Civitanova – Wixo LPR Piacenza 3-0)

Match super combattuto nel Tempio della Pallavolo di Modena, dove la squadra padrona è scena sul campo da gioco insieme alla Revivre. Anche in campionato le due squadre hanno sempre dispuato partite di alto livello e con un buon grado di competitività, elemento che non è mancato nemmeno questa volta. Le due squadre hanno portato in campo un grande livello di gioco e un grande spettacolo per il pubblico del Pala Panini. Si gioca punto a punto per cinque set, da entrambe le squadre si picchia forte, ma nessuna delle due demorde e lascia campo all’altra. Alla fine sono i canarini a uscirne vittoriosi, ma c’è ancora il match di settimana prossima e sicuramente si prevede uno scontro senza esclusione di colpi. (Azimut Modena – Revivre Milano 3-2)

L’ultima gara si è svolta al PalaTrento dove la squadra di Lorenzetti si è incornata con Verona. Anche in questo caso si è assistito a un grande spettacolo e a una grande rimonta. Trento parte in quarta, grazie a Kovacevic e a un ritrovato Vettori che trainano la squadra per i primi due set, mettendo in difficoltà la squadra veronese che, però, non demorde. Non demorde a tal punto che il terzo set se lo conquista e vince 24-26 il quarto, portando così la partita al tie break in un palazzetto che è rimasto col fiato sospeso fino all’ultimo. Anche in questo caso è la squadra padrona di casa che riesce a chiudere in maniera positiva il match e ottenere il primo punto della fase. (Diatec Trentino – Calzedonia Verona 3-2)

Tags : Azimut Modena VolleyBunge RavennaCalzedonia VeronaCucine Lube CivitanovaDiatec TrentinoPallavoloPlay Off SuperlegaRevivre Powervolley MilanoSir Safety Conad PerugiaSuperlega UnipolSaitaraflexVolley A1 MaschileWixo LPR Piacenza
Laura Antonini

The author Laura Antonini

Varesotta di nascita e di cuore, milanese adottiva da diversi anni. A Varese ho iniziato a giocare a pallavolo nel campetto dell’oratorio per passare poi in varie squadre dove sono cresciuta, sognando in grande con qualche amica e compagna, ammirando “a distanza” i grandi giocatori -in particolare quella che fu la Sisley Treviso e la nazionale maschile dei primi anni 2000. La vita poi mi ha portato a Milano dove lavoro come educatrice e continuo a giocare. Ho sempre amato il clima “da spogliatoio”: la condivisione di traguardi sportivi e personali, le “paste” e le bevute, i commenti post partita o allenamento, i racconti, le confidenze, le fatiche e i dispiaceri. La mia professione mi permette di usare vari strumenti e tra questi non mancano la scrittura, la fotografia e lo sport. La scrittura è raccontare e raccontarci. La fotografia è cogliere l’attimo, ma ricordarsi di guardare coi propri occhi prima di scattare. Lo sport è impegno, dedizione, fatica, vittoria, ma anche sconfitta, conoscenza dei propri limiti, ma anche delle proprie potenzialità. Oltre alla pallavolo ho spesso seguito il basket -sport praticato da mio fratello- e la ginnastica artistica.

Leave a Response