close

Mentre la nazionale italiana femminile si appresta a tornare al lavoro (giovedì 30 agosto a Milano) in vista del Mondiale, si fanno strada le prime indicazioni sulle azzurre di coach Mazzanti, che si trova a disposizione un gruppo di 15 giocatrici: Lucia Bosetti, Carlotta Cambi, Cristina Chirichella, Anna Danesi, Monica De Gennaro, Paola Egonu, Anastasia Guerra, Marina Lubian, Ofelia Malinov, Sylvia Nwakalor, Serena Ortolani, Beatrice Parrocchiale, Elena Pietrini e Miriam Sylla.

In questa rosa di giocatrici di grande talento, il ct dovrà scegliere le 14 atlete che prenderanno parte al al Campionato Mondiale 2018, che si terrà in Giappone dal 29 settembre al 21 ottobre. Assenti invece Alessia Orro e Camil Mingardi.

Le azzurre si alleneranno al Centro Pavesi fino al 2 settembre, mentre il 3 è prevista la partenza per Montreux, dove saranno impegnate nello storico torneo svizzero che si concluderà il 9 settembre.

Tags : Davide MazzantiFederazione Italiana PallavoloLega Volley Femminilemondiale volley femminile 2018Nazionale Italiana Volley FemminilePallavolovolleyvolley femminile
Laura Bosio

The author Laura Bosio

Ho iniziato a scrivere e a fotografare quasi per caso, in momenti diversi della mia vita, forse per rispondere ad un'esigenza comunicativa ed espressiva che premeva per uscire. Il giornalismo l'ho incontrato quando cercavo un lavoretto part-time, ma ci è voluto poco perché diventasse la mia vita: non l'ho più abbandonato. L'incontro con il giornalismo sportivo è invece più recente, anch'esso sopraggiunto per caso: ho iniziato ad occuparmi di volley per il quotidiano in cui già lavoravo ed è stato amore a prima vista. Mi occupo di scrivere articoli e di fare interviste video, raccogliendo i momenti più topici della partita e quelli immediatamente successivi. E la fotografia? Una passione che nasce da lontano, anche se l'idea di farne una professione è stata piuttosto casuale. Anche in questo caso è stato amore: quello per l'arte fotografica, per l'espressione attraverso le immagini. Un amore che ha continuato a crescere di giorno in giorno, spingendomi ad approfondire le mie conoscenze. Anche in questo caso, la fotografia sportiva è una delle scoperte più recenti; mi piace immortalare quegli istanti unici che lo sport ci sa regalare: quando la palla tocca le mani di un giocatore prima di partire veloce come un razzo verso il campo avversario o quando il punto viene messo a segno e sul viso del giocatore si dipinge quell'espressione unica, di forza e di adrenalina, che sembra voler dire: 'Non molliamo mai'.

Leave a Response