close
Gli azzurri esultanti dopo la vittoria contro l’Argentina (foto FIVB)
La Nazionale Azzurra esce ancora vittoriosa dal Mandela Forum di Firenze portandosi a casa un tris di vittorie e la qualificazione matematica alla fase successiva di questo Mondiale a due partite dal termine della fase a gironi. Domenica ore 21.15 scenderà in campo contro la Repubblica Dominicana e martedì, stesso orario, contro la Slovenia.
Quella con l’Argentina non è stata una partita facile, infatti la squadra guidata dal nostro ex ct Velasco è riuscita a mettere in difficoltà gli Azzurri nel primo set e all’inizio del secondo. Il primo set è stato a favore degli Argentini, mentre il secondo è stato caratterizzato da una forte ripresa di Zaytzev e compagni, agguerriti fino alla conquista del venticinquesimo punto.
Non sono mancate le polemiche che hanno causato qualche black out in campo, ma il richiamo all’attenzione, all’uso della testa, all’essere “caldi dentro”, ha permesso ai ragazzi di portare a casa il secondo e terzo set, dando grande dimostrazione di ripresa e tenacia, oltre a donare grande spettacolo in un palazzetto completamente sold out.
Il quarto set parte molto bene per gli azzurri che si staccano dagli argentini di diversi punti, ma in questo caso sono proprio loro a dare grande dimostrazione di ripresa. De Cecco e compagni non si sono arresi e sono serviti 28 punti alla squadra di Blengini per guadagnarsi la vittoria.
Un ultimo punto guadagnato grazie alla scelta azzeccata di Chicco Blengini e alla perfetta esecuzione di Michele Baranowicz, scelto per tentare qualcosa di nuovo contro la ricezione argentina. E Baranowicz ci riesce. Risponde prontamente alla chiamata del coach e mette in tasca a tutti i compagni il tris di vittorie.
Un’Italia che dimostra di sapersi ritrovare, di avere giocatori lucidi e capaci di ribaltare la situazione dopo momenti di difficoltà. In questa partita sono mancati i muri, percentuali molto basse rispetto agli standard a cui siamo abituati, ma non sono mancati gli ace e gli attacchi vincenti di Zaytzev, Juantorena, Lanza e Mazzone, ben servito al centro.
L’appuntamento è per questa sera, ore 21.15 a tifare i nostri Azzurri!
Tags : Campionati Mondiali Volley MaschileCampionato Mondiale Volley MaschileChicco BlenginiFederazione Italiana PallavoloFIVBLaura AntoniniMichele BaranowiczNazionale Italiana Volley MaschilePallavolo
Laura Antonini

The author Laura Antonini

Varesotta di nascita e di cuore, milanese adottiva da diversi anni. A Varese ho iniziato a giocare a pallavolo nel campetto dell’oratorio per passare poi in varie squadre dove sono cresciuta, sognando in grande con qualche amica e compagna, ammirando “a distanza” i grandi giocatori -in particolare quella che fu la Sisley Treviso e la nazionale maschile dei primi anni 2000. La vita poi mi ha portato a Milano dove lavoro come educatrice e continuo a giocare. Ho sempre amato il clima “da spogliatoio”: la condivisione di traguardi sportivi e personali, le “paste” e le bevute, i commenti post partita o allenamento, i racconti, le confidenze, le fatiche e i dispiaceri. La mia professione mi permette di usare vari strumenti e tra questi non mancano la scrittura, la fotografia e lo sport. La scrittura è raccontare e raccontarci. La fotografia è cogliere l’attimo, ma ricordarsi di guardare coi propri occhi prima di scattare. Lo sport è impegno, dedizione, fatica, vittoria, ma anche sconfitta, conoscenza dei propri limiti, ma anche delle proprie potenzialità. Oltre alla pallavolo ho spesso seguito il basket -sport praticato da mio fratello- e la ginnastica artistica.

Leave a Response