close

Le foto riportate nell’articolo sono di ©Filippo Rubin x LVF

Dopo aver raggiunto la promozione in Serie A1 con la sua Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta, dopo una meritata vacanza di relax e riposo, dopo aver raggiunto l’accordo per giocare nella Delta Informatica Trentino Rosa, la giovanissima Giulia Melli ha partecipato ad una tappa (quella di Lignano) del Lega Volley Summer Tour. Nei campi sabbiosi del Sand Volley Giulia è scesa con i colori celesti della società romagnola di San Giovanni Marignano.

 

Per il secondo anno di partecipazione a questo evento, la schiacciatrice mantovana si è messa in mostra anche sulla sabbia: “Sono stata ben contenta di poter essere anche quest’anno coinvolta in questa manifestazione; lo scorso anno vi ho partecipato con la Savino Del Bene Scandicci e ci sarei tornata molto volentieri con quelle stesse compagne e con lo staff tecnico fiorentino, che però quest’anno ha rinunciato a parteciparvi probabilmente per concentrare maggiori attenzioni alla stagione indoor che la vedrà protagonista su più fronti. Nel contempo, ho trovato tanta disponibilità e altrettanta cortesia nella società di San Giovanni Marignano, con cui ho partecipato all’agone per la conquista del Campionato Italiano”.

 

Lo spirito con cui si affronta questo tipo di manifestazione risulta anche dalle parole di Giulia quello basato sul divertimento e sulla possibilità di conoscere nuova gente e stringere nuove amicizie. “Il LVST è un momento in cui si riesce facilmente a mettere insieme l’agonismo e la spensieratezza: seppure scendiamo tutte in campo per poter raggiungere un successo, sulla sabbia del Sand Volley lo si fa con meno stress di quanto potrebbe accadere nella stagione indoor”.

 

Nello spirito goliardico che si vive durante questo evento non mancano alcuni episodi che innescano più di un sorriso. “Mi vengono in mente diversi momenti di allegria occorsi in questo fine settimana a Lignano. Pensandoci bene – continua Giulia –  ne posso ricordare due: uno che mi riguarda e l’altro accaduto durante una semifinale. In quest’ultimo caso ricordo di aver visto una giocatrice della Saugella che si è cimentata in una “rullata” (tecnica difensiva in cui dopo la ricezione si tende a spingere la palla in alto verso il centro del campo in modo da facilitare l’alzata della palleggiatrice) e che nell’indoor facciamo molto spesso; però in questa occasione bisogna tener conto che si gioca sulla sabbia e quindi esito della rullata è stato il coprirsi completamente di sabbia, con conseguente ilarità fragorosa di tutti i presenti. Per quanto riguarda l’altro episodio di cui accennavo, riguarda me e una mia futura compagna di squadra, ovvero il mio prossimo capitano Silvia Fondriest. In occasione del match contro la Millenium Brescia (di cui Silvia faceva parte), più volte ho minacciato la mia avversaria di “murarla”…. e alla prima occasione il muro è arrivato davvero!”.

 

Ora ancora qualche giorno di riposo per Giulia Melli prima della nuova avventura dolomitica in Trentino, dove ad attenderla sulla porta del Sanbapolis ci sarà proprio la Fondriest per riscattarsi del muro subìto ma soprattutto per affrontare un altro campionato di A2 con auspici di sospirati e ambiti successi per l’intera squadra della Delta Informatica.

Tags : Battistelli San Giovanni in MarignanoCampionato Italiano Sand VolleyDelta Informatica TrentinoGiulia MelliGolden Tulip Volalto 2.0 CasertaLega Volley FemminileLega Volley Summer TourLignano sabbiadoroSand Volley 4x4Silvia Fondriest
Roberto Muliere

The author Roberto Muliere

Sono Roberto, vivo e lavoro a Mantova e sono il fondatore di questo sito, nato da una passione che giorno per giorno mi restituisce soddisfazioni e gratificazione, la passione per la fotografia! Se vogliamo dirla tutta, la mia prima passione era ed è rimasto lo sport, quell’insieme di fatica, impegno, dedizione e aiuta a dare potenza ed energia a virtù personali quali equilibrio, coraggio e rispetto per gli altri. Perché non fondere insieme queste due grandi passioni? Così è nato Photosport capitanato da me e da fantastici collaboratori che ogni giorno alimentano questo progetto. Il mondo dello sport mi ha portato a conoscere la fotografia sportiva e tutta l’emozione di congelare un movimento durante la frenesia del gioco. Amo la mia reflex e amo fotografare, per questo ho iniziato a condividere la mia passione agli altri. Tutto questo è solo una mia grande passione che mi porta a seguire le partire di basket, volley, pallamano… in maniera ravvicinata. Spero che questo progetto sia sono fondamenta per quello che in futuro potrà essere un vero e proprio grattacielo.

Leave a Response