close

Giulia Melli, dopo una stagione cominciata in serie A1 a Filottrano e continuata nella seconda parte della stagione ad Olbia in serie A2, ritorna nella serie cadetta indossando per il prossimo campionato la maglia della ambiziosa società del presidente Turco, la Volalto Caserta 2.0.

Nonostante la giovanissima età, classe 1998, il palmares di Giulia è già molto ricco di importanti successi, sia nelle squadre di club sia con le nazionali juniores, di cui spesso ha ricoperto il ruolo di capitano.

Sin da piccola, Giulia ha respirato in casa aria di volley, sport della famiglia Melli, con papà Stefano, dai trascorsi agonistici anche nella città della Reggia (a Caserta ha anche svolto il periodo del CAR e partecipando come compagnia atleti/militari al campionato di serie B e classificandosi alla terza piazza della classifica generale), e mamma Silvia, ruolo attaccante, nella natia Mantova, genitori che mai hanno mancato di far sentire il proprio sostegno a Giulia, avendola seguita sia sul suolo italico sia oltreoceano, quando impegnata con la Nazionale.

Proprio con la maglia azzurra, i maggiori successi a partire dalla prima posizione per due stagioni consecutive (2013/2014 e 2014/2015) al Torneo WEVZA (ex 8 nazioni) e la vittoria del Mondiale Under 18 a Lima (Perù) nell’estate del 2015, con allenatore Marco Mencarelli. Nell’anno successivo, Giulia indossa la fascia di capitano della nazionale Juniores mentre in panchina siede Luca Cristofani, che, come noto, sarà il prossimo allenatore della Volalto. Con quella nazionale la coppia Melli/Cristofani ottengono la qualificazione al Mondiale Under 23 e la partecipazione al Campionato Europeo e nuovamente al Mondiale Under 20, svoltosi in Messico durante la scorsa estate.

Il connubio “vincente” Melli/Cristofani non riguarda solo la nazionale ma anche le squadre di club e precisamente quella fucina di giovani talenti che è il Volleyrò Casal de’ Pazzi. Nella città capitolina Giulia giunge dopo le prime esperienze pallavolistiche nella provincia mantovana, ossia a Curtatone, con spesso apparizioni nelle selezioni giovanili lombarde, sotto il vigile occhio di Luciano Pedullà prima e Marco Mencarelli dopo,  e nella capitale conquista 1 scudetto Under 16 e tre scudetti con la formazione Under 18, premiata anche come MVP delle finali. Con la stessa formazione Under 18, la Volleyrò partecipa al campionato nazionale di serie B1 e nella tarda primavera del 2016 capitan Melli e condottiero Cristofani conquistano la serie A2 dopo la finale vinta contro Marsala.

Giungiamo così al debutto nella massima serie del volley rosa, non con la maglia del Volleyrò (che rinunciò alla serie A2 per continuare nel suo percorso di crescita dei settori giovanili) bensì con la maglia azzurra del Club Italia, la squadra della Federazione, per poter forgiare le nostre giovani atlete ad un ulteriore step di crescita sia in seno alla Lega ma anche e soprattutto per la nostra squadra tricolore.

Lo scorso anno Giulia Melli viene assoldata tra le fila della Lardini Filottrano, per poi essere ceduta alla Golem Olbia, nella seconda parte della stagione e giocare 11 partite segnando 135 punti e contribuendo alla salvezza della squadra isolana nel campionato di Serie A2.

 

Tags : Club Italia FemminileFederazione Italiana PallavoloGiulia MelliGolem OlbiaLardini Volley FilottranoLega Volley FemminileLuca CristofaniLuciano PedullàMarco MencarelliMondiale Messico Under 20Mondiale Perù Under 18Scudetto Under 16Scudetto Under 18Stefano MelliVolalto CasertaVolley A1 FemminileVolley A2 femminileVolleyrò Casal de Pazzi
Roberto Muliere

The author Roberto Muliere

Sono Roberto, vivo e lavoro a Mantova e sono il fondatore di questo sito, nato da una passione che giorno per giorno mi restituisce soddisfazioni e gratificazione, la passione per la fotografia! Se vogliamo dirla tutta, la mia prima passione era ed è rimasto lo sport, quell’insieme di fatica, impegno, dedizione e aiuta a dare potenza ed energia a virtù personali quali equilibrio, coraggio e rispetto per gli altri. Perché non fondere insieme queste due grandi passioni? Così è nato Photosport capitanato da me e da fantastici collaboratori che ogni giorno alimentano questo progetto. Il mondo dello sport mi ha portato a conoscere la fotografia sportiva e tutta l’emozione di congelare un movimento durante la frenesia del gioco. Amo la mia reflex e amo fotografare, per questo ho iniziato a condividere la mia passione agli altri. Tutto questo è solo una mia grande passione che mi porta a seguire le partire di basket, volley, pallamano… in maniera ravvicinata. Spero che questo progetto sia sono fondamenta per quello che in futuro potrà essere un vero e proprio grattacielo.

Leave a Response