close
L’Ecodent Point Alpo blinda il terzo posto del girone nord superando una mai doma Eco Program Castelnuovo Scrivia (51-38). Gara vinta con merito dalle veronesi che hanno messo in campo la solita super difesa, tenendo le ospiti a 15 punti dopo l’intervallo lungo. Le biancoblu hanno dominato al rimbalzo (51-34), con Mancinelli e Ramò in doppia doppia, e soprattutto in valutazione (65-15).
Primo quarto di bel basket per l’Alpo che in un paio di minuti è già avanti 10-3 e costringe la panchina ospite a chiamare time-out. Madonna riavvicina le piemontesi (10-8), ma Vespignani, Zampieri e Mancinelli le ricacciano indietro (19-11). Il secondo quarto inizia sul 21-14 ma per vedere il primo canestro bisogna attendere 3 minuti abbondanti. Castelnuovo propone una fastidiosa zona che provoca alcune infrazioni di 24” e il punteggio dell’intero periodo sarà di 7-9. Ljubenovic segna il -3 e Colli addirittura il -1 (24-23), prima del cesto di Mancinelli sulla sirena dell’intervallo (26-23).
Nel terzo quarto la contesa è punto a punto sino al 30-28, allorquando arriva un break interno di 10-0 che cambia le sorti del match. Ramò ne segna 7 consecutivi e il parziale è chiuso dal libero di Mancinelli (40-28). Il pubblico spinge le biancoblu sino al 44-30 con cui si va all’ultimo riposo. Nella frazione conclusiva non c’è quasi storia, solo una volta Castelnuovo arriva sotto la doppia cifra di svantaggio (44-35) ma l’Ecodent Point risponde con un 7-0 che fissa il massimo vantaggio della serata (51-35). Nessuno segna più (7-8 il risultato di questo quarto) e arriva così l’ottavo successo biancoblu consecutivo.
Andrea Etrari – Uff. Stampa Alpo Basket ‘99
Tags : Andrea EtrariBasket A2 femminileEco Program Castelnuovo ScriviaEcodent Point Alpo BasketElena Giovanna RamòElisa MancinelliLega Basket FemminilePallacanestroPhoto GalleryRoberto MuliereTayara Madonna
Roberto Muliere

The author Roberto Muliere

Sono Roberto, vivo e lavoro a Mantova e sono il fondatore di questo sito, nato da una passione che giorno per giorno mi restituisce soddisfazioni e gratificazione, la passione per la fotografia! Se vogliamo dirla tutta, la mia prima passione era ed è rimasto lo sport, quell’insieme di fatica, impegno, dedizione e aiuta a dare potenza ed energia a virtù personali quali equilibrio, coraggio e rispetto per gli altri. Perché non fondere insieme queste due grandi passioni? Così è nato Photosport capitanato da me e da fantastici collaboratori che ogni giorno alimentano questo progetto. Il mondo dello sport mi ha portato a conoscere la fotografia sportiva e tutta l’emozione di congelare un movimento durante la frenesia del gioco. Amo la mia reflex e amo fotografare, per questo ho iniziato a condividere la mia passione agli altri. Tutto questo è solo una mia grande passione che mi porta a seguire le partire di basket, volley, pallamano… in maniera ravvicinata. Spero che questo progetto sia sono fondamenta per quello che in futuro potrà essere un vero e proprio grattacielo.

Leave a Response